2° post sulla delusione:
prendo spunto da un post scritto dal mio amico Dàin il nano piu saggio del mondo :)

L' Unica osservazione sincera che mi sento di fare, a proposito di quanto dici, è che per conoscere davvero le persone, non bastano anni. Per riuscire ad essere veramente Amici (o Amiche), o addirittura qualcosa di più, occorrono doti fondamentali quali Comprensione reciproca, e prima ancora, Rispetto. Voglio dire: può essere che Tu ed io abbiamo sotto molti aspetti delle idee assai diverse, convincimenti che possono essere addirittura opposti. Ma se tra di noi esiste il Rispetto, queste differenze non dovrebbero riuscire a prevalere, guastando tutto. Ti parlavo anche della Comprensione:
Troppo spesso, ci imbattiamo in persone che considerano l' Amicizia, ed anche i rapporti Affettivi più profondi, solo come un "contenitore" in cui riversare i propri egoismi personali. Ed invece, il bello dell' Amicizia, è che così come io mi sento libero, ed ispirato a parlare con te delle mie cose, delle mie vicende, altrettanto DOVREI sentirmi stimolato a farti parlare, ad ascoltarti, ad essere "partecipe" di quelle che sono le TUE vicende, le Tue cose. Se questi elementi mancano, allora puoi cominciare a pensare che, dall' altra parte, hai a che fare con una persona che davanti a tutto pone sempre sè stessa, e che appunto anche nel rapporto d' Amicizia, riversa solo ed esclusivamente ciò che ritiene di suo esclusivo interesse.
Ma non si tratta di regole precise, si tratta solo di esperienze che si maturano con il tempo. Di certo, nella vita è necessario spessissimo operare delle scelte: Di fronte ad una persona egoista, che sfrutta la nostra Amicizia per i propri soli ed esclusivi interessi, dobbiamo domandarci se "il gioco vale la candela". Se è giusto subire tutto questo, oppure no. Anche la Dignità personale è importante. Forse, NON è giusto dire : "meglio soli che male accompagnati".
Però non è nemmeno giusto lasciarsi umiliare, e peggio ancora, sfruttare.
Occorre scegliere, dal più Profondo del Cuore. Per amara che possa essere, la Consapevolezza di aver fatto una scelta fortificherà il nostro Animo, guidandoci e donandoci maggiore sicurezza per il Futuro.


Le persone che ti deludono e ti fanno soffrire.
Alcune non lo fanno intenzionalmente, forse non si accorgono che le loro scelte influiscono su di te in maniera disastrosa, alcune agiscono per paura, altre agiscono per interesse strettamente egoistico. .
Io, purtroppo, sono fatto male. Mi illudo che le cose si possano sistemare, e non ci dormo la notte, mi tengo tutto dentro, sperando che prima o poi quella persona capisca , che impari a conoscermi, che torni da me.
Ma non e' cosi. In realta' non ti pensa piu', da tempo, ammesso che lo abbia mai fatto. Non e' interessata a te ne' alle tue cazzate.
Alcuni riescono a dimenticare il passato con molta facilita'. E questo mi fa incazzare da morire. Mi fa incazzare, perche io dimentico sempre tutto, ma non riesco a dimenticare cio' che dovrei.
Forse il mio problema e' anche di avere scarsa fiducia in me stesso, di considerarmi davvero una persona misera. Convincendomi che la colpa sia mia, e che gli altri mi facciano un favore a starmi accanto, ad ascoltarmi.
E quando si stancano, beh e' colpa mia, perchè sono troppo pesante, caratteraccio, sputasentenze.
Pero' come dice Dàin, non ci si può rovinare la vita dietro a persone che non ti capiscono, e infondo non meritano le tue preoccupazioni. Sono persone a cui voglio bene, sinceramente, ma che non riesco a perdonare, non tanto per quello che mi hanno fatto, ma perche non se ne sono nemmeno accorte. E poi come detto, a loro non interesso ne io ne le mie cazzate, perche dovrei preoccuparmene solo io?
Devo soltanto imparare a dormire tranquillo, sapendo che ho cercato di dargli diverse possibilita', ma mi hanno sempre deluso.
Adesso basta.
Almeno ho imparato che scrivere mi sfoga parecchio, ho scritto questi due post, ho scritto una lettera che non spediro' mai, e ho scritto il mio prossimo mini fumetto.
Mi sento molto piu' sollevato, e pronto a una positivita' che mi avevano tolto da tempo.
Turn to the next,
Melo.

2 commenti:

Foglia : ) ha detto...

Thò.. un pochetto di positivismo.. bene bene.. ora si che si ragiona!!

Esprimo il mio punto di vista su un concetto.. "Dimenticare".. secondo me non si dimentica nulla!
Semplicemente, preferiamo mettere da parte alcune cose o alcuni ricordi.. certi restano sempre vivi, altri riusciamo a cacciarli in qualche meandro oscuro della nostra mente e non li tiriamo fuori per un bel pezzo.

Ma ci sono.. sono lì.. sempre pronti ad azzannarci (quando sono della serie "ti faccio soffrire come un cane") nei momenti in cui, magari, ne abbiamo meno bisogno.

Alcuni di noi sono particolarmente abili a soffocare i ricordi, altri no.
Forse tu rientri nella seconda categoria. Io non so bene dove collocarmi.
Mi restano dentro le brutte esperienze che mi vedono protagonista, avvenimenti in cui sono stata io a cusare del male a me stessa o ad altri, ma riesco a seppellire gli shock che mi sono stati inferti da terzi (e questi non me li ricordo manco a cannonate).

A parte questo.. Del,caro.. era ora che ti dessi una spinta per venire fuori da questa tua momentanea condizione.

Torna a dormire sereno e a sorriderci/mi davvero felice.

Baci :D

Melo! ha detto...

davvero felice e' una parola grossa XD